Carrello

Più di 500 recensioni a 5 stelle

 

Qualità certificata di laboratorio

 

Siamo produttori (vendita diretta)

Dubbi? Chiamaci al numero 040 97 76 797

Maskne rimedi Acne da mascherina

Maskne: rimedi e cure per l’acne da mascherina

La “Maskne”, o più propriamente “acne da mascherina”, è forse l’ultimo (in termini di gravità) fastidio che lo sfortunato 2020 ci ha regalato.
Seppur non paragonabile con la serietà e gravità del virus Covid che, purtroppo, ha manifestato una sua significativa letalità, l’acne indotta dal costante indossare la mascherina rappresenta un fastidio che si è ampiamente diffuso anche tra coloro che l’acne non l’avevano mai avuta o che l’avevano felicemente dimenticata.

In realtà va subito evidenziato che non vi è alcuna correlazione tra il virus e l’insorgere dei brufoli ma piuttosto si riscontra una facile correlazione tra l’effetto barriera creato dalla mascherina e l’insorgere di arrossamenti, sudorazione e, quindi, infiammazione dei pori (follicoli sebacei).

Come avevamo avuto modo di illustrare nell’articolo “Come scegliere una crema per l’acne” , al di là della specificità di acne giovanile o tardiva (ormonale), a livello topico l’insorgenza dei brufoli è chiaramente identificabile nell’occlusione del follicolo a causa di impurità intrappolate dal sebo che determina il rigonfiamento, la rottura della ghiandola sebacea ed infine  una vera e propria infiammazione della zona.

Questo processo trova ancor più facile realizzazione quando per ore e ore la pelle del viso rimane coperta dalla mascherina che ne limita la traspirazione.

Chiariamo: la mascherina va utilizzata! E va utilizzata tutte le volte che si esce, si incontrano persone ed, in generale, secondo le prescrizioni della Comunità Medico Scientifica.
Il fastidio di qualche brufolo si risolve… e di seguito vedremo come.

Andiamo a capire meglio qual’è la correlazione tra mascherina e acne e, quindi, quali sono i rimedi per fronteggiare il fastidio dell’acne da mascherina.

Cosa succede alla pelle sotto la mascherina?

La pelle umana, compresa la pelle del viso, è da considerarsi come un vero e proprio organo che svolge varie funzioni importanti per la nostra salute al pari degli organi più rinomati e considerati.

Come primo punto appare evidente la funzione di barriera protettiva tra il nostro corpo e l’ambiente circostante.
Una barriera contro le aggressioni delle contaminazioni, dello smog, dei raggi UV ma anche semplicemente del vento, freddo, caldo, ecc.

Come sappiamo però, la barriera della pelle non è una barriera totalmente impenetrabile ma piuttosto un sofisticato filtro in costante e delicato equilibrio.
In modo particolare la permeabilità della pelle ci consente di espellere liquidi e tossine assolvendo a funzioni di termoregolazione e di depurazione.
Fra le secrezioni della pelle annoveriamo il sebo, una sostanza grassa che, fuoriuscendo dai specifici pori (follicoli sebacei) mira ad aumentare la protezione della pelle stessa.

La produzione di sebo è un fenomeno decisamente soggettivo che può variare nella stessa persona nelle differenti età ma anche con correlazione diretta agli equilibri ormonali o fattori stressogeni (qualcuno sostiene anche la correlazione al regime alimentare).

maskne acne da mascherina
Comparsa di acne causata da un uso prolungato della mascherina

Questo è, in sintesi semplificativa, quanto succede sulla nostra pelle tutti i giorni e tutte le notti.
I processi di traspirazione della pelle sono in genere equilibrati e tarati per il benessere della pelle stessa quando essa è esposta ai naturali fattori ambientali di aria, umidità e temperatura.

Nel momento che indossiamo per tempi prolungati la mascherina andiamo a modificare le condizioni naturali di riferimento per le quali la pelle era tarata introducendo, oltre ad un effetto meccanico di contatto, fattori di elevata umidità, maggiore temperatura a contatto e rischio di contaminazione da parte di polveri.

Per dirla con termini semplici e decisamente intutitivi, con la mascherina andiamo a realizzare una situazione “serra” dove temperatura ed umidità aumentano mentre si riduce l’areazione. La ridotta aereazione insieme all’aumentata umidità causano il depositarsi di impurità.

In questo contesto non particolarmente salutare viene stimolata anche la produzione di sebo che andrà ad intrappolare le impurità depositate ed “appicicate” nell’umidità.
La sofferenza della pelle in queste condizioni si nota prima ancora dell’insorgere dei brufoli dal rossore ed in molti casi dall’infiammazione che si sviluppa sul viso

Tale sofferenza è la condizione ideale per l’insorgere dell’acne anche su pelli non abitualmente soggette alla proliferazione di brufoli. Da qui la definizione di acne da mascherina o maskne (maskne = mascherina + acne )

Come curare acne da mascherina ?

Come sempre, la prevenzione prima di tutto!
Abbiamo individuato quali sono i fattori che possono far insorgere la cosidetta maskne o acne da mascherina: umidità, contaminazione e sebo in eccesso.

Va da sè che la migliore prevenzione che possiamo attuare è quella di una detersione frequente ed accurata abbinata ad un corretto ricambio della mascherina.
Spesso (soprattutto per pelli già tendenzialmente grasse) un semplice sapone può non essere sufficiente mentre un prodotto troppo aggressivo può innescare irritazioni che poi, con l’uso della mascherina, si aggravano.
La nostra proposta sono i tensioattivi vegetali ed anallergici del detergente Q-Acne Detersion.
Un paio di gocce sulla pelle già bagnata, un prolungato massaggio del viso (almeno 40 secondi) ed un accurato risciacquo elimineranno le impurità ed il sebo assicurando al contempo un gradevolissimo effetto “pelle di pesca”.

Se i brufoli si sono già manifestati, è il momento di abbinare al detergente un’azione mirata contro il brufolo con la crema Q-Acne Complex che grazie al complesso di principi attivi (acido acetil salicilico, acido betaglicerretinico, Vitamina E, Aloe Barbadiensis ed estratto di Phisavae) disgrega il sebo accumulato, interviene sull’infiammazione, addolcisce la pelle e riduce il rossore.
Si consigli l’applicazione almeno due volte al giorno (mattina e sera) dopo un’accurata detersione

L’azione combinata dei due prodotti è sicuramente l’ideale per gestire i casi più significativi o semplicemente per assicurare prevenzione con Q-Acne Detersion ed intervenire immediatamente al primo insorgere di un piccolo vulcano rosso.
I due prodotti sono disponibili insieme anche come Kit Acne ad un prezzo vantaggioso.

Kit acne set per brufoli e pelle grassa

Se oltre all’acne da mascherina, perdura un costante arrossamento ed irritazione, viene in aiuto la crema Q-Protective, specificatamente formulata per irritazioni della pelle causate da agenti esterni quali vento, freddo. Fra gli altri principi attivi di Q-Protective, va sicuramente citato l’estratto di camomilla per il suo importante effetto lenitivo.
E’ questione di un attimo… mi riparo lontano dalle altre persone, abbasso la mascherina, con un fazzoletto asciugo l’umidita del viso ed applico un piccolo quantitativo di Q-Protective tutte le volte che ne sento il bisogno.

Crema lenitiva Q Protective
Crema lenitivia e protettiva contro arrossamenti, screploture e arrossamenti

Q1Shop presenta il Kita Maskne!

Per la gioia dei nostri amici (e su grande richiesta) abbiamo preparato un kit dedicato maskne che unisce i 3 prodotti, ad un prezzo decisamente agevolato!

Il Kit Maskne di Q1Shop: Acne Complex, Acne Detersion e Q Protective

Per scoprire di più e valutare meglio i prodotti suggeriti visita il sito Q1Shop.it canale di vendita diretto del produttore Q1 International Srl (Made in Italy)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spedizione gratuita in tutta Italia

tranne Venezia, Isole minori e zone disagiate

Spedizione il giorno dell’ordine

per ordini entro le 13.00 (lun-ven)

Sistema di qualità

Reg 1223/2009 EC – ISO9001

Pagamento sicuro al 100%

PayPal / MasterCard / Visa