Carrello

Più di 500 recensioni a 5 stelle

 

Qualità certificata di laboratorio

 

Siamo produttori (vendita diretta)

Dubbi? Chiamaci al numero 040 97 76 797

cosmeceutica significato

Cosmeceutica e Dermocosmesi: cosa significano?

Nell’ormai amplissimo mondo dei prodotti di cosmesi si trovano creme, sieri, trattamenti di origine vegetale, alla bava di lumaca, con veleno d’api… e si trovano anche prodotti che si affidano a principi attivi che in concentrazioni maggiori o in abbinamento diverso potrebbero essere impiegati come veri e propri farmaci (cosmetica+farmaceutica: cosmeceutica). 

Attenzione: per legge i prodotti cosmetici ed i prodotti farmaceutici sono due tipologie molto diverse tra loro e seguono processi di registrazione completamente diversi. 

Cosmeceutica: cosmetici con l’obiettivo di generare effetti sulla pelle, non solo per pura bellezza.

Cosmeceutica: il significato

Il termine cosmeceutica indica prodotti di dermo cosmesi con un concetto formulativo basato su rigorose basi scientifiche e test di efficacia piuttosto che basarsi solo su promesse di bellezza.

Il termine cosmeceutica non trova una vera e propria corrispondenza da un punto di vista normativo.

Dermocosmesi: il significato

Per completare l’analisi dei termini chiariamo anche l’uso della parola dermocosmesi.

Di fatto si riferisce ai prodotti di cosmesi che efficacemente “agiscono” sulla pelle (anti aging, idratanti, nutrienti e così via) differenziandoli dai prodotti di cosmesi intesi come make-up o, più italianamente detti, trucchi (rossetto, mascara, cipria, ecc.). 

La dermocosmesi “funzionale”

Al concetto di cosmeceutica si è ultimamente affiancato il concetto di dermocosmesi funzionale, ovvero di prodotti che non solo “fanno” qualcosa sulla pelle (illuminano, idratano, ecc) ma che “fanno fare alla pelle qualcosa” (ripristino del colore naturale del derma, sanificazione di zone infiammate, ecc). 

Quest’ultimo aspetto merita un esempio completo.

Il prodotto Q-Derm Intensive (che trovi a questo link) è un trattamento di dermorigenerazione a base di polipeptidi che non semplicemente “nutre” la pelle ma la (ri)mette alla lavoro per aumentare la produzione naturale di collagene ed elastina (a cura delle cellule specifiche chiamate fibroblasti). 

Esempio di cosmeceutica “funzionale”

Un altro esempio di cosmeceutica funzionale è sicuramente rappresentato del prodotto per le macchie della pelle Q-White (in vendita a questa pagina); i suoi principi attivi regolando infiammazione ed ossidazione nel derma portano i melanociti a regolarizzare la produzione di melanina facendo schiarire (ed in molti casi scomparire) le macchie scure che sono affiorate sulla pelle. 

Parlando poi di principi attivi che siamo abituati a conoscere come vero e proprio farmaco abbiamo il chiarissimo caso di Q-Acne Complex.

Questo trattamento per l’acne è un emulsione che contiene (nelle concentrazioni consentite dalla legge) acido acetil salicilico che noi siamo largamente abituati ad assumere per bocca quando abbiamo mal di testa comprando in farmacia la nota Aspirina®. Il nome Aspirina è infatti la dicitura commerciale di una compressa di acido acetil salicilico.

Ovviamente in ottica dermocosmetica l’acido acetil salicilico non serve per il mal di testa ma serve per le sue capacità di sgretolare il sebo accumulato alla sommità del brufolo e per sanitizzare la zona con l’acne dalla proliferazione batterica. 

Ribadiamo quindi che da un punto di vista normativo i farmaci sono una cosa ed i prodotti di cosmeceutica sono una cosa diversa… ma altrettanto diversi sono i prodotti di cosmeceutica funzionali dai prodotti evocativi o esotici (estratto di semi di …, crema al caviale, siero di vespa ..). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spedizione gratuita in tutta Italia

tranne Venezia, Isole minori e zone disagiate

Spedizione il giorno dell’ordine

per ordini entro le 13.00 (lun-ven)

Sistema di qualità

Reg 1223/2009 EC – ISO9001

Pagamento sicuro al 100%

PayPal / MasterCard / Visa